L’importanza della postura come rimedio per il mal di schiena

Aromaterapia segreti efficaci
3 febbraio 2016
Power Yoga
Power Yoga scopri i segreti
10 febbraio 2016

L’importanza della postura come rimedio per il mal di schiena

L’IMPORTANZA DELLA POSTURA ED ERGONOMIA COME RIMEDIO AL MAL DI SCHIENA.

L’ergonomia è la scienza che studia il modo per organizzare l’ambiente di lavoro, ma anche quello domestico, al fine di migliorare la salute, l’efficienza e la qualità del movimento delle persone che lo frequentano. Questo importante studio ha prodotto negli anni una serie di soluzioni e strumenti che se ben applicati riescono a mettere il corpo nelle condizioni fisiologiche migliori e ridurre il mal di schiena

È importante però aggiungere che anche l’ambiente organizzato con i migliori ausili ergonomici potrà risultare dannoso se chi li utilizza non conosce il modo di sfruttarne le qualità oppure non ne ha le capacità o la voglia. Diventa quindi fondamentale sviluppare una presa di coscienza verso i rischi posturali e del mal di schiena che quotidianamente si possono correre.

Nel corso di una qualunque giornata si adottano varie posizioni: in piedi, seduti, distesi, ecc… Si pensi a quanto tempo tra lavoro, casa, spostamenti, tempo libero e quant’altro, si trascorre nelle posizioni elencate. A questo proposito credo sia utile ricordare che i carichi che gravano sul tratto lombare della colonna si differenziano in relazione alla posizione assunta e sappi che la posizione seduta ha un carico decisamente maggiore e sfavorevole rispetto alla posizione eretta. Quindi per il mal di schiena stare troppo seduti non fa per niente bene.

Anche durante movimenti semplici si possono produrre pressioni notevoli sull’apparato scheletrico in generale e su quello vertebrale in particolare. Ti ricordo che oltre all’entità del carico è importante anche il rispetto delle curve fisiologiche della colonna. Le posizioni e i movimenti eseguiti mantenendo le ampiezze fisiologiche delle curve rachidee permette una equilibrata distribuzione delle pressioni sulle strutture vertebrali ed evita il mal di schiena

Tutte considerazioni che confermano ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, la necessità di imparare ad assumere posture corrette, con particolare attenzione a quelle più frequenti.

PRECISAZIONI

Prima di parlare delle terapie che vengono usate per la cura del mal di schiena e delle patologie rachidee è necessario fare una precisazione.

Tutti i maggiori specialisti del settore concordano nel riferire che il dolore alla schiena possiede un alto tasso di remissione spontanea. Significa quindi che spesso il dolore vertebrale e il mal di schiena in generale scompare senza che si siano effettuate particolari terapie. In questi casi, quindi, i provvedimenti terapeutici sono in grado, se idonei, di accelerare la guarigione.

Altra precisazione da fare è che il mal di schiena e le rachialgie e il hanno la tendenza a ricomparire. Vale a dire che un’alta percentuale di persone che ha avuto un singolo episodio di lombalgia tende ad accusare nel tempo altri attacchi dolorosi.

Numerose ricerche hanno evidenziato che le recidive del mal di schiena sono più frequenti nei soggetti che sono sottoposti a particolari fattori di rischio:
di carattere posturale; legati all’attività lavorativa; alle condizioni fisiche; allo stile di vita.

Da queste semplici precisazioni e riflessioni si intuisce come il trattamento riabilitativo deve essere indirizzato non solamente all’eliminazione del dolore del mal di schiena ma dovrà concentrarsi nell’eliminazione o attenuazioni di tutti quei fattori di rischio che incidono particolarmente nella comparsa e nel mantenimento delle affezioni vertebrali.

 

Mal di Schiena

A CHI SONO RIVOLTI GLI ESERCIZI POSTURALI

Gli esercizi sono rivolti a tutte quelle persone che desiderano migliorare la propria postura ed imparare a muovere il proprio corpo in modo corretto e trovare un rimedio al mal di schiena senza farmaci.

È luogo comune che la ginnastica posturale sia un’attività praticata e indicata soprattutto per le persone anziane. Ma gli esercizi posturali servono a tutti!

Migliorare il movimento del proprio corpo e la postura sono obiettivi molto importanti che ogni persona dovrebbe perseguire.

Scendendo nello specifico bisogna dire che è particolarmente indicata alle persone che praticano attività lavorative le quali comportano l’assunzione di posture prolungate in stazione eretta o seduta e per tutti coloro che soffrono di mal di schiena in generale. La pratica di questi esercizi viene inoltre consigliata a tutte quelle persone che sono obbligate ad effettuare frequenti sollevamenti o trasporti di pesi.

Imparare ad assumere la posizione corretta o a movimentare un carico in modo idoneo equivale a prevenire l’insorgenza di eventuali patologie vertebrali. E’ ovvio infine che gli esercizi posturali sono indirizzati anche a tutte le persone a cui sono state diagnosticate patologie vertebrali di origine posturale.

MODALITA’ DI ESECUZIONE DEGLI ESERCIZI

Perché si riesca a trarre dagli esercizi proposti i benefici maggiori eliminando il mal di schiena la loro realizzazione necessita del rispetto di alcune regole.

La prima regola consiste nell’eseguire gli esercizi in modo lento.

La seconda regola è quella di prestare attenzione all’allineamento e alla postura durante l’esecuzione dell’esercizio.

La terza regola consiste nel mantenere la posizione acquisita e la respirazione scandirà i tempi e le pause.

La quarta regola è quella di concentrarsi sul controllo del movimento che si va ad eseguire. È importante infatti rispettare la sequenza di intervento dei muscoli descritta nell’esercizio. È necessario ricordare sempre che la qualità del movimento, a dispetto della quantità, è l’obiettivo principale della ginnastica posturale.

SI DEVE AVVERTIRE DOLORE? – SI DEVE FARE FATICA?

Durante la pratica di alcuni esercizi si potrà avvertire qualche fastidio.
E’ importante tenerne conto e capire quale tipo di movimento li risveglia. Alle volte la causa potrebbe derivare dalla eccessiva foga o dall’esecuzione scorretta dell’esercizio. In altri casi il dolore potrebbe essere collegato ad una tensione muscolare eccedente e l’uso della respirazione potrebbe servire ad attenuarlo.

Quando il sintomo del mal di schiena è particolarmente fastidioso è opportuno sospendere l’esercizio e passare quello che segue. E’ necessario a questo punto sfatare in modo inequivocabile la convinzione che la ginnastica diventi efficace allorquando lascia, chi la pratica, stremati e doloranti.

La ginnastica posturale si compone soprattutto di esercizi la cui esecuzione è sempre prevista con modalità lente per rispettare i tessuti muscolo-legamentosi e soprattutto per poter controllare la corretta esecuzione del movimento. Conseguentemente al termine della maggior parte delle lezioni si potrà percepire anche un discreto affaticamento ma legato sempre ad un senso di benessere, di distensione e riduzione del mal di schiena.

Grazie a questa ginnastica potrai ottenere grandi benefici per il tuo mal di schiena, stai però attento a svolgere gli esercizi nel modo corretto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *