Buon Umore
Buon umore ogni giorno? 10 Passi da Seguire Per Ottenerlo
17 giugno 2018
insicurezza
Insicurezza: Come Superare le Tue Paure
17 giugno 2018

Memoria Debole? Ecco 10 Esercizi Per Rinforzarla

Alcuni sostengono che la tecnologia ci stia rendendo più stupidi. Penso che, piuttosto, ci renda più pigri. Sedentari mentalmente, potremmo dire. Abbiamo qualsiasi informazione a portata di click. Perché cercare di impararla? Se siamo smemorati, perché praticare esercizi per la memoria quando abbiamo applicazioni che ricordano per noi?

Sicuramente, nell’era della tecnologia, la memoria è svalutata. Tuttavia, è una capacità che non dipende solo dai ricordi della nostra vita, ma esercitarsi aiuta a prevenire le malattie, facilita l’apprendimento e aumenta la nostra produttività.

Quindi oggi vogliamo condividere con voi i nostri “hack di memoria”. In particolare, ti consigliamo 10 esercizi per la memoria (e alcuni suggerimenti) che funzionano per noi e che ti aiuteranno a rafforzare la capacità di memoria, di comprensione e di conservazione delle informazioni.

10 esercizi per la memoria e suggerimenti per diventare un’enciclopedia vivente

La memoria è come i muscoli, é una capacità che si può sviluppare e migliorare o che si atrofizza se non la eserciti. Ciò significa che non esiste una memoria buona o cattiva, ma una memoria allenata o non allenata. Partendo da questa base, vediamo alcuni semplici esercizi per la memoria che puoi praticare da oggi.

1. Impara qualcosa di nuovo ogni giorno

Uno degli allenamenti più efficaci per migliorare la memoria è quello di sfidare la tua mente ogni giorno acquisendo nuove conoscenze.

Imparare una nuova lingua, a suonare uno strumento o studiare un argomento che ti interessa attiva varie regioni del cervello che hanno un impatto diretto sulla capacità di memorizzare le informazioni.

2. Costruisci palazzi di memoria

Ci sono esercizi per la memoria che oggi sono efficaci, ma non sono affatto nuovi, perché sono stati praticati dai grandi oratori dell’antichità, come Cicerone. Uno di questi consiste nel creare “palazzi di memoria” ed è altamente raccomandato per ricordare la sceneggiatura di un video o fare una presentazione senza la necessità di prendere appunti o note.

Risulta che gli esseri umani non sono fatti per memorizzare figure e dati astratti. Tuttavia, il cervello stesso è pronto a conservare le informazioni spaziali, perché i nostri antenati dovevano sapere come tornare a casa dopo aver passato diversi giorni a cacciare.

La tecnica dei palazzi della memoria è quella di associare i concetti che vuoi memorizzare con dei posti creati nella tua mente. È qualcosa di simile alle mappe mentali. Ma come metterlo in pratica esattamente? Questi sono i 5 fattori da tenere in considerazione:

  1. Immagina uno spazio che già conosci: ricrea nella tua mente un posto che ti è familiare. Non inventarne uno da zero.

  2. Descrivi: includi dettagli, colori e forme. Più specifica è la tua immagine visiva, meglio è.

  3. Crea immagini surreali: più le immagini sono assurde, divertenti, surreali o scandalose, più sarà facile ricordarle.

  4. Rete di memoria: Cicerone la chiamava memoria di rerum. Consiste nel pensare come alcune idee conducano alle altre e stabilire le relazioni tra i concetti, anche se non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro.

  5. Passeggia nel tuo palazzo della memoria: rivedi le tue associazioni mentali e gli spazi che hai generato per ricordare i concetti in modo che sia più facile ricordare le informazioni.

3. Aggiungi movimento ed emozione alle tue immagini

Se aggiungete azione e movimento alle tue associazioni visive, moltiplicherai la loro efficacia.

Si tratta di creare una storia visiva nella tua testa con tutte le caratteristiche pazzesche che puoi immaginare. Quindi, concentrati per alcuni secondi e prova a visualizzarlo chiaramente nella tua mente.

La chiave di questo esercizio non è di liberare la tua immaginazione, ma di sperimentare e sentire l’associazione che hai creato. Non c’è nulla che sia ricordato meglio delle emozioni, quindi se riesci ad associare le emozioni ai concetti, starai allenando la tua memoria.

Ad esempio, immagina di voler studiare la seconda guerra mondiale. Se invece di memorizzare date e informazioni astratte, immagini il campo di battaglia, ricrei nella tua mente i personaggi, visualizzi gli incontri e le discussioni tra di loro, ecc., quando vorrai raccontare gli eventi, dovrai solo ricordare il film che hai creato nella tua testa.

4. Usa le regole mnemoniche

La mnemotecnia consiste nell’associare l’idea o il concetto che vogliamo memorizzare con qualcosa che già conosciamo. L’obiettivo di una regola mnemonica è di aiutarti a memorizzare e ricordare (recuperare informazioni), per cui puoi creare le associazioni come vuoi, anche se sono surreali.

Ad esempio, usare il pugno per sapere se un mese ha 30 o 31 giorni (a seconda che cada su una nocca o meno) è una regola mnemonica.

Puoi creare associazioni visive, con parole, odori … Non c’è limite!

5. Prenditi cura del tuo umore e migliora la fiducia in te stesso

È dimostrato che l’umore gioca un ruolo molto importante nel processo di memorizzazione. Lo stress continuo, la tristezza, lo scoraggiamento o la riluttanza influiscono negativamente sulla produttività e sulla memoria. Allo stesso modo, la gioia e l’autostima aumentano la capacità di memoria.

Quindi, quando vuoi studiare o praticare esercizi di memoria, cercar di essere consapevole di come ti senti emotivamente per approfittare dello stato emotivo ottimale per ricordare.

Dico “stato emotivo ottimale”, perché imparare quando si è depressi può essere tanto contro produttivo quanto cercare di memorizzare quando siamo in uno stato di euforia. Entrambi gli estremi ostacolano la concentrazione, e senza concentrazione non esiste un processo di apprendimento adeguato e ritentivo.

Se vuoi migliorare il tuo umore potrebbe anche interessarti l’articolo: “Buon umore ogni giorno? 10 Passi da Seguire Per Ottenerlo“.

6. Usa tutti i sensi

Se leggi Alla ricerca del tempo perduto (Marcel Proust) saprai cosa voglio dire se mi riferisco a “la maddalena di Proust”. In questa opera, l’olfatto (l’odore del famoso dolce) risveglia ricordi d’infanzia del protagonista e inizia il racconto di tutta la storia.

Ti dico questo perché, anche se gran parte delle informazioni proviene dalla Memoria vista (lettura, principalmente) e dall’udito (video o lezione di un insegnante), per migliorare la memoria bisogna approfittare degli altri sensi. Associare idee con odori, sapori o sensazioni tattili (oltre a immagini e suoni), ti aiuterà a conservare meglio le informazioni.

7. Esercizio fisico, prenditi cura della tua dieta e riposati

Mens sana in corpore sano. Diversi studi concordano sul fatto che l’esercizio aerobico (corsa, ciclismo, nuoto …) aiuta a migliorare la memoria. Se hai bisogno di un altro motivo per riprendere lo sport dopo le vacanze? Eccolo qui.

D’altra parte, una dieta sana è fondamentale per il mantenimento ottimale di tutto l’organismo, inclusa la mente. Nel caso specifico della memoria, dovresti includere nella dieta alimenti ricchi di omega 3, come salmone, tonno, sardine, acciughe, olio d’oliva e noci. Altri prodotti consigliati per migliorare la memoria sono: vino rosso (con moderazione), mirtilli, spinaci, cavoli, broccoli e mandorle.

Per quanto riguarda il riposo, è dimostrato che il sonno svolge un ruolo fondamentale nella memoria, sia prima che dopo aver appreso qualcosa di nuovo. Probabilmente già saprai che la mancanza di riposo riduce la produttività, l’attenzione e la concentrazione. Inoltre, tieni presente che è nelle fasi del sonno profondo quando si verifica il consolidamento dei ricordi e l’apprendimento del giorno. Quindi, cerca di dormire almeno 7- 8 ore per notte, ma se durante il giorno provi comunque stanchezza, un pisolino può essere la soluzione migliore.

8. Organizza i tuoi ricordi

Da quanto tempo non dai un’occhiata ai tuoi album fotografici? Oggi è un buon momento per farlo, perché è uno degli esercizi di memoria più raccomandati. Per essere efficace in questo esercizio, prova a rivivere i momenti e le esperienze che evocano le foto con grande dettaglio: il luogo, il nome della gente, la data, ecc. Così costringerai il tuo cervello a lavorare per richiamare informazioni che sono “addormentate” nella tua mente.

9. Costringiti a ricordare semplici dati

Vai al supermercato con una lista della spesa? Annoti tutti i numeri di telefono? Annoti i compiti che devi fare ogni giorno? D’ora in poi, includi tra gli esercizi per la memoria di fare tutto senza note cercando di ricordare ciò che hai scritto.

Quando qualcuno ti dà il suo numero di telefono, invece di salvarlo semplicemente, prova a memorizzarlo. E anche se lo scrivi, quando vai a chiamare quella persona, prova a comporre i numeri senza cercare il nome nella rubrica.

Per aumentare la ritenzione (la capacità di conservare e salvare le informazioni da usare in futuro), quando studi qualcosa, annotalo (meglio se con carta e penna) con parole tue. Ciò migliorerà la comprensione dei concetti, il consolidamento e la memoria.

10. Gioca e sfida te stesso

Non c’è modo migliore per imparare che divertirsi durante l’atto. Fare sudoku, cruciverba, enigmi e puzzle é un buon esercizio per la memoria. Questi sono alcuni esempi, ma qualsiasi gioco che stimoli la mente è il benvenuto.

Ti va di giocare adesso? Andiamo. Uno veloce.

Pronuncia ad alta voce il colore di ogni parola che vedi, non la parola stessa. Veloce e senza pensarci!

Gioco Memoria

Difficile? Questo esercizio è chiamato Stroop Test ed è usato per misurare la flessibilità mentale, un fattore che interviene nell’attenzione e nella capacità della memoria. Non mi dirai che non è un modo fantastico per lavorare con questa abilità, eh?

Ti propongo un altro gioco che sia anche una sfida…. Di solito usi il mouse del computer con la mano destra? Prova per un po’ a gestirlo con la mano sinistra (o viceversa se sei mancino). Eseguire piccoli compiti con la mano opposta a quella che usiamo di solito costringe il cervello a generare nuove connessioni neuronali e aumentare la memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Policy